questo blog parla dell'altro giappone. non di tokyo ne` di kyoto, ma della vita in una piccola casetta sperduta in mezzo ai monti della campagna giapponese. vi faremo conoscere l'altra faccia del paese del sol levante!

19 settembre 2007

L'estate sta finendo...

...nonostante i 32 gradi a mezzogiorno!!


E` il momento dei ricordi.


In una bella giornata di agosto, mio marito, sua sorella, le due nipotine e io decidiamo di andare a fare il bagno dove il fiume fa un'ansa. Il posto lo teniamo d'occhio gia` da mesi: un vero paradiso in mezzo alla natura selvaggia. Invece di selvaggio non c'era niente, vista la massa di gente pervenuta durante le vacanze estive (evidentemente non eravamo gli unici a sognare paradisi terrestri!)

Cosi` siamo rimasti in un angoletto, nella speranza di non farci notare troppo dai pescatori guardoni, ma soprattutto cercando di tenerci lontani dal dirimpettaio pericolosamente armato di fiocina, nel timore che sbagli mira e centri il nostro posteriore!





Eccoci al tempio dedicato alla dea Kannon, raggiungibile in dieci minuti d'automobile da casa nostra e una delle nostre mete preferite. E` possibile prendere dell'acqua semi-miracolosa dalla fonte sacra del tempio. Centinaia di persone vengono da lontano, equipaggiati di taniche e bottiglie, per rifornirsene e usarla poi per la cerimonia del te o per fare il caffe` nel proprio bar o semplicemente per cucinare il riso...Peccato che l'acqua non si possa bere direttamente, ma bisogni prima bollirla!


Sara` per pigrizia, sara` che l'acqua di casa nostra ci sembra gia` abbastanza buona, ma noi quest'acqua non l'abbiamo mai assaggiata!




Un giorno abbiamo deciso di cercare un laboratorio di mobili rustici - fatti con rami grezzi!! - in un paesino a una mezzoretta da qui. Il posto era talmente introvabile che abbiamo persino bruciato i freni scendendo da una strada sbagliata... Comunque alla fine siamo stati accolti a braccia aperte dai proprietari, o meglio, mia suocera si e` introdotta a forza in casa mentre i due stavano cenando (erano le 16 e 30)! E` stata una bella serata, in cui ci siamo scambiati esperienze e fatti coraggio a vicenda (piu` loro a noi a dire il vero): la vita da artigiani e` dura per tutti all'inizio!



Come dimenticare la visita della mia famiglia a luglio!

Partiti per una gita con un pulmino prestatoci gentilmente da un amico, rimaniamo bloccati nel bel mezzo dell'autostrada a causa dello scoppio della ruota anteriore (vedi foto artistica). Nessun trauma per nessuno, nemmeno psicologico: chi mangiava un tramezzino, chi si informava con guide turistiche e cartine, chi chiacchierava allegramente col vicino. Che famiglia spensierata!




Dopo questa fantastica estate siamo curiosi di sapere cosa ci portera` l'autunno!

2 commenti:

Chris ha detto...

Eh si, l' estate sta finendo anche qua...nonostante la spiaggia di Palermo sia ancora piuttosto affollata, è l' atmosfera ad essere cambiata: con la riapertura delle scuole, delle università, oramai si sente proprio che è autunno. Le "avventure" che racconti in questo post mi convincono sempre di più che tu e la tua famiglia dobbiate essere gente veramente simpatica e allegra (la storia della gita è spassosissima^^),e ammiro sempre più la scelta che tu e tuo marito avete fatto...farò sempre il tifo per voi!!

elena ha detto...

Grazie mille Chris!
Siamo contenti di leggere i tuoi commenti e sapere che segui il nostro blog!
Un giorno vieni a trovarci!