questo blog parla dell'altro giappone. non di tokyo ne` di kyoto, ma della vita in una piccola casetta sperduta in mezzo ai monti della campagna giapponese. vi faremo conoscere l'altra faccia del paese del sol levante!

22 luglio 2008

Discorsi imbarazzanti

Tanti mi chiedono come parliamo Tomo e io. Alcuni si rivolgono a lui direttamente in inglese.
Vi sveleremo il nostro segreto: parliamo in italiano!!!
Naturalmente le espressioni e gli intercalari giapponesi sono piuttosto frequenti, e anche da parte mia le frasi in giapponese sono decisamente aumentate da quando vivo qua, ma questo fa parte dell'ambiente! E` piu` facile dire "mochi gome" piuttosto che " riso speciale per fare i mochi"... e cosi` molte altre cose...
Dato che le nostre conoscenze della lingua dell'altro sono limitate al livello elementare, certe sottigliezze o fraintendimenti retorici non disturbano la nostra quiete quotidiana e anche per questo non riusciamo mai a litigare veramente! Al massimo ci diciamo qualche parolaccia, naturalmente in italiano, che e` piu` ricco in questo campo!!!!

20 commenti:

kernele ha detto...

Sentire un/a giapponese un pò arrabbiato che dice parolacce in italiano dev'essere uno spettacolo :D

Rosina ha detto...

ciao! ho scoperto da poco il vostro blog.. e ne leggo un pò tutti i giorni.. per sorridere (e ridere)
:)

カズ ・クラ kazu.kura ha detto...

Non c'è niente di più bello del "discutere" ognuno nella propria lingua e capirsi perfettamente (parlo per me...) ^^

tiggia ha detto...

Un giapponese che perde la pazienza e' veramente una cosa rara!! Complimenti per il blog, l'ho scoperto domenica zuzzurellando sulla rete ed ovviamente per capirci un po l'ho letto tutto quanto:)! Grandiosi!!

See ya soon

tiggia

Merybi ha detto...

Ciao Elena
come stai? Questa mattina, al tg hanno dato la notizia del terremoto in Giappone, subito il mio pensiero è andato a voi.... Scossa forte a quanto ho sentito e letto sul web: "E' di cento feriti il bilancio del forte terremoto di magnitudo 6,8 sulla scala Richter che ha colpito la prefettura di Iwate, nel Giappone settentrionale" .... Quando sento la parola "terremoto" sono sempre sul "chi-va-là"! Un forte abbraccio
Ciao
Lilia

Merybi ha detto...

Sempre io.....
Mi piacerebbe vedere tuo marito mentre dice parolacce.... in italiano, poi, il massimo!
Una cosa, che mi è molto piaciuta e se mi autorizzi, vorrei postarla sul mio blog, è quella scritta che hai fatto in merito ai "DIRITTI D'AUTORE"..... molto chiara! Se mi autorizzi la posto anch'io!
Grazie
Ciao Lilia

markogts ha detto...

Grazie Elena!

In effetti è un argomento molto interessante. Anche io e Anto abbiamo un problema simile, in quanto io sono della minoranza slovena. Per noi però è tutto molto più facile poiché io l'italiano lo conoscevo comunque.

Intanto penso che vivendo in Giappone tu non possa non impararlo ogni giorno meglio, anche perché mi par di capire che interagisci parecchio con vicini e parenti. Immagino che ci sia anche l'onnipresente TV, che, se non altro, aiuta ad imparare (e chissà che quella giapponese non sia un po' meno deficiente e volgare della nostra)

Sul non litigare, non so quanto conti l'assenza di finezze retoriche, forse è anche altro. Per esempio, mi viene da pensare al modo in cui diverse culture manifestano "contrarietà": per un italiano, una sciocchezzuola viene gesticolata ed urlata come se fosse la fine del mondo, magari per i giapponesi è il contrario, e dunque certe occasioni di far baruffa vi sfuggono per mancanza di "calibrazione", come direbbe uno psicologo. Ma queste mie sono solo considerazioni "pour parler", non sono un esperto.

Sul fatto che l'italiano sia il massimo per le parolacce, beh, penso che non ci sia nulla da aggiungere.

Per concludere, complimenti a entrambi per il vostro impegno a parlare la lingua altrui. E un profondo segno di intelligenza e di rispetto.

elena+tomo ha detto...

Ciao a tutti!

Per prima cosa vorrei rassicurarvi sulle nostre condizioni: stiamo benissimo, l'ho scritto anche nell'avviso sulla pagina principale.
Grazie per aver pensato a noi!

Ai nuovi arrivati benvenuti! Grazie per aver letto il blog!

Per quanto riguarda la dichiarazione sui diritti d'autore, ammetto che non e` tutta farina del mio sacco: anche io l'ho rubacchiata da altri blog, quindi se vi serve copiate pure (ma solo quella parte!!!)

Per Marko: grazie per i tuoi spunti di riflessione!
Mi sa che devo scrivere un post sulla tv giapponese, che e` si` onnipresente, ma purtroppo non cosi` pura come la immaginate... In ogni caso e` vero: aiuta per imparare, anche perche` i telegiornali e la maggiorparte delle trasmissioni sono sottotitolate, il che aiuta per imparare anche gli ideogrammi.

A presto!!!

markogts ha detto...

tv giapponese, che e` si` onnipresente, ma purtroppo non cosi` pura come la immaginate...

FLASH: mi hai fatto venire in mente la Gialappa con Mai dire Banzai...

Si, allora non è proprio così pura...

markogts ha detto...

Qua hanno detto che il terremoto ha colpito la parte settentrionale del Giappone, voi state più giù, no?

Nadia ha detto...

Ciao Elena!!!!!
Tu e Tomo che litigate? Non vi vedo proprio!!!
Ieri ho parlato tanto di te con la tua sorellina, ti fischiavano le orecchie?
Un abbraccio
Nadia

elena+tomo ha detto...

Ciao a tutti!
Grazie perche` ci pensate sempre!!!
Noi abitiamo proprio al centro del Giappone e non abbiamo sentito il terremoto per fortuna!
A presto!

Marinella ha detto...

Ciao Elena, sono un'amica di Nadia di Trieste, che mi ha parlato di te!!!!! leggere il tuo blog è come leggere un romanzo!E anche divertente!!!!! Ho imparato a conoscere un "pochino" il Giappone, una terra assolutamente sconosciuta a me!Ma chissà che un giorno non riesca a venirla a conoscere di persona, noi adoriamo viaggiare e conoscere posti sempre nuovi, anche se il Giappone è piuttosto lontanuccio!!!!
Un saluto dall'Italia anzi dalla Liguria!

elena+tomo ha detto...

Ciao Marinella!
Sono contenta che Nadia ci faccia conoscere cosi` tante persone interessanti! Chissa` che non ci incontriamo allora!

Saluti alla Liguria e a presto!

Anonimo ha detto...

ahhahah a me succede la stessa cosa perche io non so parlare il cantonese al livello di lui. contenta di avere scoperto il vostro blog :) noi parlaimo con immagini qui www.photopoetry.wordpress.com
radha @ www.robertasia.wordpress.com

Fabrizio Guerrini ha detto...

bellissimo il vostro blog...
anche il mio tratta di Giappone, visto che lo adoro e ci sono venuto a marzo....
inseriro' il vostro link fra i blog che leggo , molto volentieri:)

elena+tomo ha detto...

Ciao Roberta e Fabrizio!
Grazie per aver letto il blog!
Abbiamo dato un'occhiata ai vostri siti: i vostri lavori sono proprio interessanti! Complimenti!
A presto!

Anonimo ha detto...

Ciao!Complimenti x il blog!!Anche io sto insieme ad un giapponese(Tomo anche lui^^) e come voi a volte ci tiriamo le parolacce in italiano:D
Ovviamente poi è tutto un ridere!
Non so se riuscirò a trasferirmi in Giappone...tu come hai fatto a convincerti? Pimpi

Cathycat ha detto...

ahahahahah che ridere!!!
Questo post è bellissimo, lo devo far leggere al mio ragazzo (che studia giapponese pure lui)

kyra ha detto...

hahahah anche col mio ragazzo non litigo mai... per lo stesso motivo xD ahah

bellissimo blog :)

ciauuuz