questo blog parla dell'altro giappone. non di tokyo ne` di kyoto, ma della vita in una piccola casetta sperduta in mezzo ai monti della campagna giapponese. vi faremo conoscere l'altra faccia del paese del sol levante!

26 novembre 2009

Un semplice calcolo

Anche quest'anno Tomohiro partecipa all'avventurosa raccolta dei mikan, i famosi mandarini giapponesi (vedi post di novembre e dicembre 2007), insieme a tantissimi "vecchiacci" a cui mancano pero` i nostri "Autista" e "Vicina pettegola" di due anni fa, licenziati per sopraggiunti limiti di eta`!

Essendo il lavoro strettamente dipendente dal tempo, dal punto di maturazione e dai mandarini che rimangono da prelevare, le telefonate che giungono a casa nostra sono piu` che raddoppiate negli ultimi tempi: "Domani niente lavoro, piove. Dopodomani solo pomeriggio, cosi` la mattina gli alberi si asciugano." . Ormai siamo diventati espertissimi nella consultazione delle previsioni del tempo!
Naturalmente i padroni dei frutteti fanno i loro conti e organizzano il lavoro al meglio, dopo anni di esperienza. "Oggi eravamo 13 per due campi grandissimi. Ieri invece c'erano solo 8 persone".

Eppure sembra che qualcuno non sappia contare.
Dopo la telefonata di ieri Tomo si presenta stamattina, puntuale alle 6 e 30, per andare in macchina con i colleghi fino al frutteto. Oggi ci sono solo 3 signore. Altre due non sono state chiamate. La strada passa inevitabilmente davanti alla casa di una di queste signore e, nel superarla i quattro dall'auto la vedono pronta alla partenza col classico vestito da "raccolta dei mandarini". "Oggi andra` in un altro campo." pensa l'auista ad alta voce.
Immaginate il suo sbigottimento nel vedersela capitare davanti al frutteto, lamentandosi di essersi dovuta far accompagnare da suo marito!!!

Il campo di oggi si poteva raggiungere a piedi: un'occasione imperdibile! Ecco le piu` agguerrite tra le arzille ultrasettantenni che, incuranti della pausa pranzo, si avventano con una mezzora abbondante di anticipo sugli alberi restanti! Gli altri lavoratori, attoniti, dopo un tentativo di protesta e persino qualche insulto, non hanno potuto far altro che unirsi ai lavori, in perfetto stile di armonia giapponese.

Risultato: tra l'infiltrata troppo diligente e le colleghe stakanoviste il lavoro e` stato finito prima del previsto, a meta` pomeriggio, con conseguente riduzione della paga per tutti.
Quando la matematica non e` un'opinione.

20 commenti:

Merybi ha detto...

Già me le immagino le zittelle staccanoviste .... ci voleva proprio una foto!
Come state, tutti bene? Un mega bacio alla piccola!
ciao
Lilia

sandrismo ha detto...

elenaaaaa!!! che bello leggere le tue avventure! come stai? e tomo ? ed elisabetta????
qui tutto solito, con basti appiccicato al pc giocando di pokero..no te digo altro! e siccome ghe ga vignu´la panza( incredibboli ma vero!!) sto tentando de convincerlo ad andar in piscina. cosi´mi fazo el corso de nuoto e lui el perdi quei 10 kg che el ga messo su da quando el ga smesso de fumar. anche questo incredibboli se penso che xe quasi un´annooo!!!
spero de sentirte presto!
un´abraccio forte forte forte!!!!

markogts ha detto...

Come "riduzione della paga"? Finiscono prima e le pagano di meno? LOL

Un caro abbraccio a tutta la famiglia!

S ha detto...

se lavorano a cottimo mi sa di si... non molto furbi a finire prima, eh... già me l'immagino quanto sarebbe durata la raccolta in Italia!

Occhi di Notte ha detto...

Ho un'amica che parla, studia ed è stata in Giappone. Mi ha raccontato alcune cose... certo è che la loro cultura ha degli aspetti molto curiosi, oltre che interessanti.
Sono rimasta sbigottita rispetto la chicca sulla matematica!

elena+tomo ha detto...

Ciao ciao amici vecchi e nuovi!
Scusate la lunga assenza, ma tra mandarini e pannolini non ci resta tanto tempo... scusate ancora!
X Lilia: stiamo bene!!! Un saluto anche a te e alla tua "piccola"!
X Sandola: ciao ciao! anche io sono contenta di avere vostre notizie!
Se ce la faccio prima di Natale ti scrivo con calma! Und der Basti ist fett geworden: das ist der WAHNSINN!!!
X Marko e Anto: intanto congratulazioni per il nipotino! Anche con voi sono sempre in ritardo.. scusate!!!!!!
Si` le pagano a ora, quindi un ora in meno se finisci prima. Veramente delle volpi!
A presto!

Pakina ha detto...

Ciao Elena, inizio ad appassionarmi al tuo blog.. certo che vivi proprio in un altro mondo! Un bacione

Valeria (pen pal)

Elisabetta ha detto...

Devo proprio dirvelo: ho letto il vostro blog in questi giorni di vacanza e me so' ammazzata dalle risate.

Grazie per l'inconsueto punto di vista sul pianeta nipponico.

Spero di rileggervi presto

(e un bacino alla minorenne omonima)

samurai73 ha detto...

ciao ho trovato il tuo bellissimo sito, possiamo scambiarci i link ?
arigatou :)

elena+tomo ha detto...

Ciao a tutti e buon anno!
Siamo contenti che il blog vi piaccia!
Naturalmente potete linkarci e la cosa ci fa solo che piacere, per quanto riguarda noi invece siamo un po' lenti con gli aggiornamenti, scusateci...
Un abbraccio e a presto!

pasqualeseverino ha detto...

Ag 10 gennaio 2010
Cari Elena San, Tomohiro San ed Erizabesutta San Ecco! Ho letto tutto, e finalmente son vostro coevo.
Auguroni per un 2010 felice e prospero a voi.
Un salutone speciale alla suocerina Kyoko San.
Ora che sono al passo coi tempi potreste anche darvi un po' da fare coi racconti.
Mi raccomando abbondate pure coi filmati.
Saionara, Mata Ne, ed Arigato a tutti.
Come si dice "ciao ciao" in giapponese?

Clau nel garage ha detto...

complimenti per il blog, curioso, affascinante e molto interessante! il Giappone per adesso rimane un sogno per me... nell'attesa di andarci sogno un po' insieme a voi :-)
a presto!

Paola ha detto...

ciao elena,
bellissimo il vostro blog, ma lo aggiornerete prima o poi? io sono curiosa.....
un saluto anche da Marco che è a casa con la febbre.
Un abbraccio forte
Paola

fiordisale ha detto...

i sono letteralmente persa tra i tuoi post, che meraviglia. Sono strabiliata e contenta di averti trovato. Ti verrò a trovare spesso, ho ancora un sacco da leggere :-)

fiordisale ha detto...

mi mando il legame con google, sennò ti perdo, non sia mai!

S ha detto...

ma che fine avete fatto? seguivo questo blog con tantissimo interesse! sei troppo forte elena!

パオロ ha detto...

Ciao.. in due giorni ho letto tutto il tuo blog.. è stato un piacere leggere le tue "avventure". Spero che tornerai presto ascrivere.

Giulio ha detto...

Interessante il sito (trovato grazie ad un link). Avventure e vita diversa: già visto in giro per il mondo dove sono stato per lavoro (ora sono in pensione, e il Giappone mi manca).
Guardate che non postate da novembre: possibile che non ci sia nulla di nuovo (pannolini a parte?).
Una curiosità, per noi "Friuli Venezia Giulia", mosaico = Spilimbergo. Legàmi con queste terre?
A rileggervi presto, spero!
Saluti (qui da noi manca poco alla Pasqua, quindi BPasqua!).

Genji ha detto...

Ciao! Ho incontrato per caso il vostro blog girovagando sulla rete e... Me ne sono innamorato! Lo trovo interessantissimo e scritto molto bene, tanto che ho letto tutti i post in due giorni. Complimenti!
Attendo con ansia nuovi post, sperando che stiate bene e che la vostra attività lavorativa/genitoriale proceda a gonfie vele.
Ne approfitto per farvi anche gli auguri di Pasqua.

marco ha detto...

Grazie al vostro blog ho ricordato i miei 8 anni passati a Kanoya (Kagoshima).Forse è il vero giappone quello della campagna o in mezzo ai monti. Mi piacerebbe sapere da che parte vi trovate. Sono venuto in Italia dopo 25 anni di Giappone e voglio anche tornarci subito se potessi.Forse vi sentite un po' isolati ma forse chissà più felici di tanti isolati in Italia. Non mi resta altro da dire "ganbatte kudasai", chissà se un giorno potrò fare la conoscenza vostra Sinceri saluti e uaguri